Acquista il libro 'Agricoltura Organica e Rigenerativa' di Matteo Mancini!

Educazione alla Cittadinanza Globale

Cooperazione Internazionale

Sostienici!

Aiutaci a sostenere i nostri progetti

Ri-generAzioni

Progetto di Servizio Civile Universale

Dal15 Marzo 2021

al15 Marzo 2022

Contesto

Il progetto Rigener-Azioni, che prevede la selezione di 12 volontari di Servizio Civile Universale, è promosso da Arci Servizio Civile Lombardia in collaborazione con gli enti di attuazione Deafal, ACRA, Istituto Oikos e Africa 70.

Il progetto si focalizzerà sul territorio lombardo, concentrandosi sulla promozione di modelli sostenibili di produzione e consumo in linea principalmente con l’SDG 13 – Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico, e in secondo luogo con l’SDG 15 “Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre”.

I cambiamenti climatici colpiscono tutti i paesi e le persone del mondo. La temperatura della terra e le emissioni di gas serra sono in continuo aumento e, secondo le attuali proiezioni, continueranno a crescere a meno che non vengano attuate immediate azioni di contrasto. Le conseguenze di questi fenomeni sono molto concrete: riscaldamento e acidificazione degli oceani, aumento del livello del mare, fusione dei ghiacciai, fenomeni meteorologici estremi, come incendi, desertificazione, siccità, terremoti, inondazioni e tsunami. Tutto questo ha impatti estremamente gravi: coltivazioni distrutte, accesso all’acqua sempre più difficile in molte regioni, diffusione di malattie, difficoltà nel conseguire un reale progresso sociale e economico in molti paesi.

Il bacino del Mediterraneo, l’Italia e la stessa Lombardia non sono immuni a questi fenomeni. Secondo l’ultimo rapporto annuale “Gli indicatori del clima in Italia” (http://www.isprambiente.gov.it/files2019/pubblicazioni/stato-ambiente/SA_88_19_Indicatori_clima_annoXIV_2018.pdf), il 2018 è stato l’anno più caldo registrato nel nostro Paese da almeno 2 secoli.

In Italia e in Lombardia si assiste sempre più spesso a violenti nubifragi che fanno tracimare i corsi d’acqua. Un esempio significativo relativo al territorio di riferimento del presente progetto è quello del Torrente Seveso, che è stato protagonista negli ultimi anni di frequenti e gravi esondazioni, al punto che per affrontare la situazione, nel dicembre 2017 la Giunta regionale ha approvato il Progetto Strategico di Sottobacino del Torrente Seveso.
Un altro drammatico esempio dell’impatto dei cambiamenti climatici in Lombardia è il Ghiacciaio dei Forni, in alta Valtellina, che si estendeva per oltre 10 kmq, mentre oggi si è spaccato in tre ghiacciai più piccoli, con un collasso continuo del settore inferiore.

I dati sono preoccupanti, ma la Lombardia offre anche dati incoraggianti. Secondo il rapporto Greenitaly 2019, ad esempio, la regione è al primo posto in Italia per numero di imprese che hanno investito, o investiranno entro l’anno, in tecnologie green.
Nel 2019 la regione si è inoltre dotata di un Protocollo per lo Sviluppo sostenibile, con lo scopo di promuovere l’applicazione, nei processi decisionali pubblici e privati, del principio dello sviluppo sostenibile e far diventare la Lombardia una delle regioni leader in Europa nell’attuazione delle politiche per l’ambiente, l’economia circolare, la transizione energetica verso lo sviluppo delle fonti rinnovabili e la decarbonizzazione, la conservazione della biodiversità e dei servizi ecosistemici, favorendo una relazione coerente ed integrata tra le dimensioni economica, sociale ed ambientale.

Nonostante gli importanti risultati ottenuti, un cambiamento effettivo verso la realizzazione di una società dove i temi dello sviluppo siano ampiamenti conosciuti e condivisi e i cittadini protagonisti attivi nel garantire una crescita sostenibile e inclusiva, è possibile solo con un lavoro costante e duraturo sul territorio, che rafforzi progressivamente alleanze e competenze, promuovendo un vero e proprio cambio culturale. Sebbene sia possibile vedere i primi segnali di tale cambiamento, l’impegno delle istituzioni deve continuare ad essere supportato da una società civile attiva e capace di raggiungere efficacemente i propri target di riferimento con percorsi educativi e campagne di sensibilizzazione efficaci, capaci di favorire progressivamente una modifica degli stili di vita e una sempre maggiore comprensione dell’interconnessione dei problemi e delle soluzioni a livello globale.

Progetto

Con riferimento al percorso di programmazione avviato dagli enti con la guida di Arci Servizio Civile Lombardia, si è scelto di concentrare la progettazione del servizio civile universale su gli SDG: 13 e 15, in linea con il programma “Ri-generAzioni: modelli sostenibili di consumo e di sviluppo per rigenerare il territorio”. Il presente progetto è frutto di un percorso di progettazione prolungato e condiviso tra gli enti attuatori, che coerentemente con le proprie finalità sociali, hanno scelto di indirizzare obiettivi e attività progettuali al perseguimento del SDG 13, “Promuovere azioni a tutti i livelli per combattere il cambiamento climatico” , agendo all’interno della cornice operativa dettata dall’ambito d’azione comune “Tutela e valorizzazione delle risorse naturali attraverso modelli sostenibili di consumo e sviluppo”. In particolare il progetto si focalizzerà sul target 13.3, volto a migliorare la formazione, la sensibilizzazione e la costruzione di capacità su mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, e sul target 15.5, volto a tutelare gli habitat naturali e arrestare la perdita di biodiversità. Entrambi i target saranno affrontati partendo dagli stili di vita e dal consumo consapevole.
Il progetto ha l’obiettivo generale di contribuire al contrasto dei cambiamenti climatici in Lombardia, attraverso la corretta informazione e sensibilizzazione dei cittadini su strategie di mitigazione e adattamento e la promozione di iniziative di cittadinanza attiva.

Tale obiettivo sarà perseguito attraverso la realizzazione delle seguenti attività:

Macro area di intervento 1.1 Fornire ai cittadini informazioni adeguate e corrette riguardo ai Sustainable Development Goals e alle dinamiche dello sviluppo

Azione 1.1.1 Sviluppare la comunicazione dell’organizzazione attraverso l’utilizzo di tutti i media

Azione 1.1.2 Realizzazione di campagne di comunicazione

 

Macro area di intervento 1.2 Promuovere iniziative di cittadinanza in favore dei diritti dei più svantaggiati per una società più equa e solidale sia nel Nord che nel Sud del mondo

Azione 1.2.1 Eventi di sensibilizzazione e iniziative territoriali

 

Macro area di intervento 2.1 Favorire l’attivazione di diversi attori (autorità locali, OSC, associazioni, fondazioni, reti, etc. realtà culturali) nel promuovere iniziative di cooperazione allo sviluppo sostenibile

Azione 2.1.1 Sviluppo di reti territoriali e tematiche

Azione 2.1.2 Supportare i programmi tematici nello sviluppo dei propri obiettivi

Macro area di intervento 2.2 Promuovere l’attivazione della comunità scolastica in iniziative di cittadinanza attiva sugli SDGs a livello locale

Azione 2.2.1 Educazione alla Cittadinanza Globale nelle scuole

Partner:

Nessun elemento

Finanziatori:

Nessun elemento

News

12/01/21 Fai il Servizio Civile Universale con Deafal!